È un Maestro povero colui che non aspiri a essere superato dal suo allievo.

Con queste parole l’Ill∴ Fratello Michele Ferraro ha concluso il suo toccante messaggio in occasione dell’Insediamento del nuovo Consiglio Nazionale della Federazione italiana dell’Ordine Massonico Misto e Internazionale LE DROIT HUMAIN, svoltosi ritualmente all’Oriente di Pisa in occasione del Conventum elettivo la mattina del 5 settembre.

Sei anni alla guida per l’Italia dell’Ordine Massonico Misto

L’illustre Fratello lascia così la Presidenza dopo due mandati per una durata complessiva di sei anni durante i quali molto è stato fatto. Sono stati accesi i fuochi di nuove Logge, sono stati varati i nuovi Regolamenti Generali, una seconda sede nazionale è stata acquistata all’Oriente di Roma nello stesso quartiere in cui sorse la prima Loggia del Droit Humain in Italia nel 1904, testimoniando come il lavoro massonico possa procedere solo nel solco della Tradizione ma pur sempre con lo sguardo rivolto al futuro e aperto sul mondo.

Passaggio del testimone per la Massoneria Internazionale

Può essere sintetizzato così il lascito morale del Carissimo Fratello Michele Ferraro, raccolto con prontezza e rilanciato con spirito dal nuovo Presidente, l’Ill Daniela Carini e dai nuovi Consiglieri eletti. È a lei, che ha saputo già introdurre una rinnovata idea di collaborazione allargata fra tutti i Fratelli e Sorelle della Federazione per talenti, attitudini e desideri personali, e al nuovo Consiglio, che la Federazione italiana invia i più sentiti auguri per un lavoro proficuo nella Pace e nella Fratellanza.